Articolo di ANSAMed Cultura sulla pubblicazione del nono libro del Dott. Cav. Eugenio Benedetti Gaglio


In occasione della presentazione del nono libro del Dott. Cav. Eugenio Benedetti Gaglio, dal titolo "Lettera Immaginaria" e di cui vi abbiamo già parlato nel nostro precedente articolo, anche il portale ANSAMed Cultura, sempre attento alle attività della Nostra Associazione, ha voluto dedicare un articolo all'evento che vi riportiamo di seguito:



Nuovo libro del filantropo che unisce Italia ed Egitto

Presentata la 'Lettera immaginaria' di Eugenio Benedetti Gaglio

IL CAIRO, 25 OTT - Eugenio Benedetti Gaglio, un ex-imprenditore spesso impegnato in iniziative filantropiche e culturali che puntano a riannodare i millenari legami tra i popoli di Italia ed Egitto, ha scritto un nono libro che viene presentato a Montecarlo.

Si tratta di una "Lettera immaginaria", questo il titolo del volume, scritta a un discendente ovviamente sconosciuto da Vincenzo Gaglio, un giudice, scrittore, storiografo e archeologo, nato nel 1735 e morto forse per avvelenamento a soli 42 anni.

"Gaglio assegna all'erede il compito di assicurare la continuità del proprio ricordo trasmettendo ai suoi discendenti il gusto delle belle lettere, quello della lettura dei testi antichi e dei loro saggi precetti", ha sintetizzato venerdì scorso il quotidiano "La Sicilia" recensendo il libro in vista della presentazione prevista per oggi.

Su questa base l'esistenza e le ricerche dell'avo vengono "raffrontate con la vita, il lavoro e le avventure del discendente che, da imprenditore, è stato con i Grandi della storia del Novecento".

Il catanese Benedetti Gaglio, presidente della Società italiana di Beneficenza (SIB), ha infatti operato da imprenditore in Russia, in Cina, in Uzbekistan, in Angola, e in tanti altri Paesi del mondo spesso dietro le "cortine di ferro" e i Muri dell'epoca.

Per quanto riguarda l'Egitto, il siciliano è discendente di Empedocle Gaglio, che ha rappresentato un legame fra Italia ed Egitto quale fondatore dell'Ospedale italiano del Cairo.

Fra le attività tese a costruire ponti fra i due Paesi e a cui Benedetti Gaglio ha contribuito negli ultimi anni ci sono raccolte di fondi di beneficenza per il nosocomio cairota, i pellegrinaggi sulle orme della Sacra Famiglia, gemellaggi (Catania-Alessandria e Viterbo-Luxor), mostre di repliche di antichità egiziane e di arte copta, la lapide ragusana in memoria del fondatore del Cairo, stage per studenti sul monte Cimino, contatti tra il Ministero della Cultura egiziano e il Teatro San Carlo.

Il volume "Lettera immaginaria" è edito in italiano e in francese come prima pubblicazione di una nuova casa editrice monegasca ("Edition du précurseur"). Fra i precedenti libri di Benedetti Gaglio ci sono testi di memorie intitolati "C'era una volta il Kgb" e "I capelli della Madonna e i marmi di Ciu En Lai". Nella foto: Eugenio Benedetti Gaglio.

News


Nessuna notizia disponibile. Torna a trovarci per scoprire le nostre novità.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Informativa privacy